Gianluca Grignani, nuovo singolo “Madre”: videoclip ufficiale

fonte articolo e foto – newsly.it – musica – nico donvito

Nelle ultime ore, Gianluca Grignani ha diffuso il video ufficiale di Madre, il suo ultimo singolo lanciato a fine di agosto. La sceneggiatura della clip, diretta da Emanuele Pisano, è stata scritta a quattro mani dal cantautore milanese assieme a Gian Paolo Serino e racconta la vicenda di un soldato.

Il brano, una profonda preghiera laica che esprime le fragilità umane del rocker, rappresenta il terzo estratto dal disco Una strada in mezzo al cielo, la raccolta rilasciata lo scorso maggio volta a festeggiare i suoi primi vent’anni di carriera.

In queste settimane Gianluca Grignani sta preparando il suo ritorno dal vivo intitolato Rock 2.0, composto da due concerti evento in programma l’1 dicembre all’Alcatraz di Milano ed il 3 all’AtlanticoLive di Roma. “Sono io il Rock 2.0ossia, sono l’uomo e l’artista. Oggi i due aspetti in me sono inscindibili – racconta il cantante – Ho bisogno di tornare più forte di prima. Quest’estate ho fatto dei live acustici a sorpresa proprio per prepararmi al meglio per questi due importanti eventi. Saranno gli unici e i soli, non ci saranno altre occasioni per vedermi in concerto!”.

La scaletta del live sarà composta da: Destinazione paradiso, Una donna così, L’allucinazione, Come fai, La fabbrica di plastica, La mia storia tra le dita, Madre, Rockstar, Il gioco di Sandy, La vetrina del negozio di giocattoli, Solo cielo, Falco a metà, Più famoso di Gesù, Allo stesso tempo, Primo treno per Marte, Galassia di melassa ed Una strada in mezzo al cielo.

Madre video

Madre testo

Madre accarezzami la testa
che non riesco più a dormire
oh madre accarezzami i capelli
che è merito tuo se sono così belli
ma madre dimmi cosa mi è successo
che da un momento all’altro mi son trovato perso
senza padre e in mezzo all’universo

E le mie mani lo sai tremano ancora in mezzo ai guai
tremano ancora come quelle di un bambino
ma sono forte vedrai e così forte non mi hai visto mai
dovrò soltanto stare attento alla sera
sul cuscino che insieme alle paure
la maschera non cali piano

Oh madre ti ricordi da bambino
quando con la mano inseguivo piano
la bianca scia di un aeroplano
tra i palazzi del cielo di Milano
oh madre dimmi cosa mi è successo
che da un momento all’altro mi son trovato perso
senza pace in mezzo all’universo

E le mie mani lo sai tremano ancora in mezzo ai guai
tremano ancora come quelle di un bambino
ma sarò forte vedrai che così forte non mi hai visto mai
dovrò soltanto stare attento alla sera
sul cuscino che insieme alle paure
la maschera non cali piano

Leave a Comment

Rate this by clicking a star below: