Il punto a “Croce”

“Il Punto a CROCE”
Editoriale a cura del Nostro Direttore Giornalista
STEFANO CROCE
Numero 27

“Si moltiplicano i campi di battaglia”

Lo spietato Attacco diffuso alla Rete, del quale sono rimasti vittima, per il momento in modo non grave e rimediabile, una buona metà dei Paesi rappresentati all’Onu, spinge ad ampie riflessioni strategiche.

Ai tre dominii classici – terra, mare e cielo – se ne sono aggiunti un quarto de un quinto, prima lo spazio ed ora il «cyberspazio».

Si tratta di un vero e proprio nuovo campo di battaglia, occorre attrezzarsi.

Gli Stati Uniti e la Russia – sospettosa e sospettata – sono all’avanguardia, sia in difesa che in attacco. La Cina, non si sa.

La Nato e l’Unione Europea stanno mettendo a punto organismi a livello militare e di industrie per la Difesa.

La Germania ha annunciato la costituzione entro il 2023 di un apposito dipartimento nella Difesa e la Gran Bretagna, con più velocità di spunto, la anticipa.

L’Italia sta cercando di recuperare il tempo perduto, con un percorso che passa per l’accentramento e gli investimenti.

Da poco il governo Gentiloni, con un decreto che azzera tutti i precedenti, ha portato il nuovo Nucleo sicurezza cibernetica (Nsc) all’interno del Dipartimento informazioni e sicurezza (Dis), che dialogherà con i ministeri della Difesa, Sviluppo economico, Interno, Funzione pubblica ed Economia e finanze.

Sembrerebbe una buona partenza. Ma le risorse economiche? C’è qualcosa di già stanziato, ma, al solito, è insufficiente…

Leave a Comment

Rate this by clicking a star below: