Il punto a “Croce” giovedì 5 aprile 2017

“Il Punto… a CROCE”
Editoriale a cura del Nostro Direttore Giornalista Stefano Croce
Numero 04

A Tutte le Amiche di LikeRadio & LaTV l’Augurio di un’ottima giornata con la speranza che questo quarto numero del Nostro Editoriale Quotidiano – che ha volutamente evitato il tema centrale del giorno, Economia, Cuneo Fiscale – possa incuriosirvi ed alleggerirvi un po’.

Ora – non è cosa nuova – tablet & smartphone hanno rivoluzionato la nostra vita, il modo di compiere qualsiasi atto nel corso del giorno e della notte … persino il corteggiamento amoroso ed il bioritmo del sonno!

Ma, da quando c’è il “Social Network degli scrittori/lettori”, Wattpad, anche il modo di prendere carta e penna o di sentire consistenza e profumo della carta di un libro.

Romanticismi a parte … del resto anche noi – dopo anni di media “tradizionali” (che personalmente come sapete non ho abbandona ma solo affiancato) siamo passati al Giornalismo 3.0 e Vi stiamo scrivendo da uno smartphone, manco da tablet o fisso.

Ma di che cosa si stratta? Wattpad è di fatto una rete di contatti dove chiunque può iscriversi e pubblicare un romanzo. Azzardiamo un’iperbole: è la versione moderna del salotto letterario stile Madame de Staël.

Certo, su Wattpad, non interagirete con novelli Goethe, Emily Brontë in erba o immortali Dostoevskij. Ma se vi accontentate di storie di vampiri stile Twilight, fan fiction, romanzi rosa ed erotici modello “Novanta sfumature”, Wattpad può fare al caso vostro.

Attenzione: se non conoscete gli One Direction, non impazzite per il fantasy, e siete ben oltre i 25/30 anni, potreste sentirvi tagliati fuori. La soluzione? Compulsare lo smartphone fino a scrivere un romanzo.

Tra i 45 milioni di utenti che ogni mese si dilettano su questa app letteraria, dove spiccano 375 milioni di storie scritte in 55 lingue (5,3 milioni solo in Italia), il 90% del traffico arriva dallo smartphone. Un dato così rilevante che Wattpad ha deciso di creare un’altra app a misura di “tocco” di dita. Si chiama “Tap” e le storie non sono divise in capitoli come su Wattpad, ma in scene. E, soprattutto, hanno la forma di una vera e propria chat. In pratica, scrivi un romanzo o un racconto come se fosse una conversazione di Whatsapp.

Cose dell’altro mondo? No: gli editori, ormai da un pezzo, cercano talenti da lanciare sognando un’altra Anna Todd. La vera star della piattaforma, a soli 26 anni, ha scritto una fan fiction dedicata ad Harry Styles, componente della band anglo-irlandese One Direction.

La sua saga (“After”) è stata tradotta in 30 Paesi e, nel 2017, la Paramount Pictures ne ha acquistato i diritti cinematografici per farci un film. Una vera star, insomma. Tanto che Wattpad ha deciso di puntare sui suoi talenti, creando un programma per lanciare gli scrittori più popolari della piattaforma.

Marta Treves, direttrice editoriale di narrativa straniera e italiana di Mondadori, ha acquisito i diritti di “Chasing” Red di Isabelle Ronin, una storia da milioni di visualizzazioni su Wattpad. In Italia, invece, Mondadori ha lanciato Xharryslaugh e il suo “Gray, l’amore ha una sola direzione”. Per avere un’idea della storia: la liaison tra Harry e Heisel. Insieme – si legge – sono come «una fotografia di Londra di notte, una sigaretta dopo aver fatto l’amore, il mare, quello delle sere d’estate, calmo e freddo». E ancora: «Mi chiamo Heisel. Ho 18 anni e ho bisogno che qualcuno riaccenda i miei occhi».

Testi & Emozioni da carta di cioccolatino? Prima di giudicare, sappiate che Gray, su Wattpad, è stato letto 9,6 milioni di volte. «Gray, come altre storie di Wattpad, è scritta di getto – racconta la Treves – col telefonino ed è a puntate. C’è un mare di racconti, magari scritti male, con tanti errori. Ma se una storia “tira” e viene letta e commentata da tanti, significa che qualcosa vale».

In conclusione se il futuro (ed anche ormai il presente!) di TV & Radio viaggia in fibra ottica ed fruibile da chiunque ed ovunque (LikeRadio & LaTV ne sono esempio vivente e crescente…) anche quello del romanzo potrebbe essere sui vostri inseparabili schermi “touch”.

Leave a Comment

Rate this by clicking a star below: