Pooh, ultima conferenza stampa Milano: Presentazione ultimi concerti

fonte articolo e foto – newsly.it – musica – nico donvito.

Sta per concludersi l’anno trionfale dei Pooh, la band più longeva della storia della canzone italiana. Per Roby Facchinetti, Dodi Battaglia, Red Canzian, Stefano D’Orazio e Riccardo Fogli, è stato un 2016 pieno zeppo di successi e di gratificazioni, tra cui il recente disco di platino per l’album Pooh50 – L’ultima notte insieme.

Quattro concerti negli stadi che hanno totalizzato in tutto 200mila spettatori, venti appuntamenti sold out nei principali palasport italiani e tre live consecutivi nel suggestivo scenario dell’Arena di Verona, sono solo alcuni dei numeri che chiudono il viaggio di questo fenomeno musicale, sulla cresta dell’onda da ben cinquant’anni.

L’avventura dei cinque artisti si concluderà con le ultime date dal vivo in programma nelle città di Acireale (CT), Caserta, Torino, Roma, Milano e Treviso, per chiudersi ufficialmente il prossimo 30 dicembre a Bologna, la stessa località che nel ’66 li ha visti nascere, con il loro definito ultimo concerto. L’evento sarà trasmesso in diretta satellitare nei cinema italiani, a partire dalle ore 20.30 in oltre duecento sale. Un abbraccio finale al grande pubblico, che da mezzo secolo li accompagna con affetto.

“Tutto è cominciato con la data di San Siro che rimarrà nella storia della nostra reunion –racconta con voce rotta dall’emozione Roby Facchinetti perché è stato un primo approccio in un contenitore così speciale, tempio del calcio ma anche della musica. Ho avuto la sensazione che improvvisamente il pubblico si sia accorto da un giorno all’altro del valore del nostro lavoro, quasi come se non fossero passati cinquant’anni. Tutto questo mi ha stupito e meravigliato, anche perché ha avvicinato moltissimi giovani e devo dire che è stata una bella rivincita per noi”.

“Non è facile essere presente a questa nostra ultima conferenza stampa – prosegue Dodi Battaglia – durante questo periodo abbiamo preso due decisioni: la prima era quella di realizzare questo ultimo tour insieme con due concerti negli stadi di Milano e Roma e la seconda, dopo il notevole successo, di continuare questo viaggio con altre date in giro per il resto d’Italia. Di tutto questo siamo veramente contenti, perchè ci ha dato la possibilità di vedere un traguardo che arrivava man mano. Credetemi, dopo cinquant’anni non è facile dire addio al pubblico, è una cosa che ti spacca il cuore. Credo che il 30 dicembre sarà una serata memorabile per noi, per cui siamo contenti ed emozionati”.

“Vorrei metterla su un piano un pochino più sereno – commenta Red Canzian – altrimenti ci piglia il magone e non riusciamo a concludere. Le nostre emozioni saranno comunque raccontate e racchiuse all’interno del libro che uscirà il 1 dicembre, ma vogliamo dare una chiave diversa a questo momento che è comunque malinconico, anche se il lavoro che abbiamo fatto ci riempie di orgoglio. Questo viaggio ci ha fatto crescere e credo sia una forma di dignità fermarsi in un momento in cui si ha la fortuna di poter scegliere di farlo. Per una volta prenderemo in mano le nostre vite, sono stato più con i Pooh che con la mia famiglia”.

“Personalmente nel 2009 avevo già dato il mio addio alle scene – aggiunge Stefano D’Orazioma questo progetto di reunion mi ha coinvolto e riempito di entusiasmo. Io vorrei vedere questo nostro saluto in una maniera serena e positiva, abbiamo fatto tutto quello che potevamo ma alla fine siamo arrivati in questo porto, in cui la soddisfazione e l’orgoglio sono più forti della tristezza. Tutto nella vita deve finire e bisogna guardare oltre, ognuno di noi farà comunque le stesse cose o cose diverse. Io ho tanti progetti per il futuro e forse pure per il gerundio”.

“Fare questo viaggio con questi quattro ragazzacci mi ha divertito moltissimo –conclude Riccardo Fogli sto provando emozioni strane e contrastanti, come se ogni concerto fosse l’ultimo. Questa è una sensazione elettrizzante, ringrazio i Pooh per avermi fatto vivere tutto questo”.

Leave a Comment

Rate this by clicking a star below: