DJ Myke e la storia dello scatch in una playlist

fonte articolo e foto – rollingstone.it – redazione.

Dal produttore dei Sex Pistols fino alla leggenda Qbert, ripercorriamo la storia di una tecnica che ha fatto la storia del DJing.

Torna con una nuova edizione Italian Portablist Battle, il primo contest italiano dedicato ai DJ e allo scratch esclusivamente su giradischi portatili. Una competizione dedicata ai migliori DJ italiani, che si sfideranno a colpi di scrath, scaricando i loop dal portale ufficiale, italianportablist.it

Giudice d’eccezione, uno dei pilastri del djing italiano, DJ Myke, che per noi ha selezionato una speciale playlist che ripercorre la storia e l’evoluzione dello scratch. Avete un giradischi e volete dimostrare le vostre abilità come dj? Ora avete l’occasione di farlo, iscrivendovi al contest Italian Portablist Battle, perché – citando Egyptian Lover – What is a DJ if he can’t scratch?

“Worlds famous / Hobo scratch” di Malcolm Mclaren

Il creatore dei Sex Pistols aveva non solo occhi e orecchie con facoltà magiche ma anche le mani. Uno dei dischi più lungimiranti di sempre, calcolando che ancora oggi la maggior parte delle persone non conoscono l’argomento, nel 1983 era quasi un miracolo.

“Jam Master Jay” di Run Dmc

Non è proprio un brano di turntablism ma è un brano dove per la prima volta il dj/turntablist, in questo caso Jam Master Jay, diventa il protagonista di una canzone non solo nel titolo e nella musica ma anche nei contenuti proprio del brano stesso. Per la prima volta l’intervento del dj sui giradischi è come la voce.

“Razorblade Alcohol slide” di DJ Qbert

Tutto quest’album ha rivoluzionato lo scratch ed il turntablism nel mondo, questa traccia in particolare ricordo che cambiò una volta per tutte il mio modo di vedere e “sentire” lo scratch: non più come un elemento di contorno ma uno strumento con il quale poter fare quello che si voleva. La rivoluzione.

“Beautiful, Ugly Sound” di D-Styles

https://www.youtu.be/grDk_vs-jMU

“Questo è il più bel brutto suono del mondo” diceva dj D-Styles all’inizio del brano e mai frase fu più azzeccata, estratto da Phantazmagorea un altro album che ha condizionato tutti ma proprio tutti i dj/turntablism nel mondo. Il più bell’esempio di come “far suonare” una canzone fatta con gli scratch, l’esempio meglio riuscito della trasformazione del rumore, a mio avviso, in una delle melodie più accattivanti della musica di tutti i tempi.

“Bangerz” di DJ Myke aka Micionero

Autoreferenziato, autocitato , insomma una sorta di masturbazione musicale???? No nulla di tutto ciò, senza ipocrisia cito il mio brano perchè per la prima volta anche io avevo trovato la mia pietra filosofale. Far suonare armonicamente gli scratch è una cosa molto difficile, ma ero riuscito nel mio intento far arrivare questo singolare modo di fare musica a più persone di quanto immaginassi e lo avevo fatto facendo quello che più mi faceva e fa tuttora stare bene.

Commenta