GWEN STEFANI E PHARREL WILLIAMS: SMONTATE LE ACCUSE

fonte articolo e foto – rockol.it – redazione musica

L’accusa era che il pezzo collaborativo di Gwen Stefani e Pharrell Williams “Spark the Fire”, pubblicato nel 2014, fosse un plagio del brano “Who’s Got My Lighath”, uscita invece nel1996, del musicista – e in un’occasione anche parrucchiere della cantautrice statunitense – Richard Morrill. A citare in giudizio i due artisti è stato lo stesso Morrill, lo scorso anno, che ha spiegato di aver fatto sentire il suo pezzo a Stefani già negli anni Novanta, lamentando nello specifico il fatto che entrambi i brani contengono la rima “lighter” – “fire”, con una particolare pronuncia di quest’ultimo termine, una sorta di “fi-ya”.

Lo scorso 2 ottobre il giudice Dolly M. Gee ha sollevato gli autori di “Spark the Fire” – Stefani si è occupata dei testi e Pharrell della musica – da tutte le accuse, decretando che la pronuncia della parola “fire” “non dimostra somiglianza” e che la rima tra i due termini non può essere protetta dalle leggi a tutela del copyright – e questo nel caso di tutte e due le canzoni – perché “l’ultima parola nelle strofe di una canzone spesso fa rima”.

 

Commenta